Rabbia, sdegno, dolore,un’altra vita persa in una giornata di lavoro

Anche oggi, lunedì 5 ottobre, un infortunio mortale nel mondo del lavoro edile.
Un giovane uomo ha perso la vita durante la sua attività lavorativa, cadendo dal tetto di una struttura in fase di ristrutturazione.
Un lavoratore regolarmente assunto ma che le indagini avviate dalle forze competenti, dovranno stabilire se svolgeva l’attività nel pieno rispetto delle norme di sicurezza.
Troppo frequentemente, anche nel nostro territorio, la ripresa lavorativa è coincisa con l’aumento degli infortuni sul lavoro.
E’ sempre più necessario alzare la guardia sul rispetto di tutte le normative, sull’utilizzo dei presidi individuali, sulle procedute di sicurezza da applicare per tutelare salute e incolumità dei lavoratori.
Le OO.SS. di categoria chiederanno a tal fine un incontro con la Ditta da cui dipendeva il lavoratore.
Le segreterie di FILLEA CGIL, FILCA CISL, FENEAL UIL del territorio di Forlì esprimono cordoglio e sostegno ai famigliari e auspicano che al più presto si faccia chiarezza sull’accaduto.


Le Segreterie
FENEAL UIL – FILCA CISL – FILLEA CGIL TERRITORIO DI FORLì
Spampinato- Casanova- Arfelli

guarda anche...

Assemblea territoriale CGIL Forlì

10 Giugno 2022: Assemblea Territoriale Delegati/e e Attivisti/e CGIL

«Le disuguaglianze sono il risultato di trent’anni di politiche di neoliberismo-come ha ricordato la Segretaria Generale Maria Giorgini, che ha aggiunto-vi è l’urgenza di una riforma complessiva del mercato del lavoro, per ridurre la precarietà, e di una riforma fiscale». In Italia vi sono persone che pur lavorando guadagnano meno di 10.000 euro l’anno, su questa situazione la Segretaria Generale CGIL Forlì ha sottolineando l’importanza della contrattazione collettiva, nazionale e territoriale, la necessità di eliminare i contratti pirata e di ridurre le tipologie di contratto applicabili, tutto al fine di continuare la lotta al precariato.