Patronato INCA

  • al Patronato ti tuteliAMO

solo inca

Patronato INCA CGIL

É la più grande organizzazione per la tutela dei diritti individuali. Difende i diritti previdenziali, sociali e assistenziali dei lavoratori, dei pensionati ,dei cittadini, degli immigrati, in Italia e all’estero

L’Inca rappresenta una delle quattro verticalità del Sistema Servizi Cgil, composto da Sol (Servizi Orientamento Lavoro), Uvl (Uffici Vertenze) e Caaf Centri di Assistenza Autorizzata Fiscale).

Inoltre, l’Inca fa parte integrante del Coordinamento patronati (Ce.Pa) insieme a Inas, Ital e Acli che rappresenta la sede unitaria dei maggiori patronati italiani di emanazione sindacale per l’elaborazione di proposte migliorative del sistema previdenziale e di welfare anche nel confronto con gli Istituti di previdenza pubblici italiani
La Direttrice del Patronato INCA CGIL di Forlì è Emanuela Castagnoli
Dove siamo? clicca qui

Indennità una tantum per lavoratori/lavoratrici autonomi e professionisti con Partita Iva.

indennità una tantum per lavoratori/lavoratrici autonomi e professionisti con Partita Iva, iscritti/e alle gestioni previdenziali dell’INPS o agli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza.

Le domande dovranno pervenire all’INPS entro il 30 novembre 2022. Scarica il volantino Il Decreto-Legge n. 50/2022 e il Decreto-Legge n.144/2022 contenenti disposizioni in materia di aiuti, prevedono anche Indennità una tantum per lavoratori e lavoratrici autonomi e professionisti/e iscritti/e alle gestioni previdenziali dell’INPS, e per professionisti/e iscritti/e agli enti …

approfondisci

DL Aiuti Ter: indennità una tantum 150 Euro

DL Aiuti Ter: indennità una tantum 150 Euro

I lavoratori e le lavoratrici dipendenti che nel mese di novembre 2022 percepiranno uno stipendio lordo fiscale non superiore a 1.538 Euro, che non sono titolari di trattamenti pensionistici, assistenziali e RdC: riceveranno un'indennità una tantum pari a 150 Euro all'interno della retribuzione della competenza del mese di novembre 2022. Il bonus sarà erogato tramite datore di lavoro, per questa ragione lavoratrici e lavoratori, che non sono titolari di trattamenti pensionistici, assistenziali e RdC, dovranno inviare prima dell'erogazione della retribuzione di novembre 2022, ai datori di lavoro, l'autodichiarazione in cui il/la lavoratore/lavoratrice dichiara di non essere titolare di altri trattamenti, al fine di ricevere correttamente il bonus. ATTENZIONE: l'indennità una tantum sarà riconosciuta al dipendente una sola volta, anche nel caso in cui sia titolare di più rapporti di lavoro.

approfondisci