Nuova indennità onnicomprensiva covid-19 dl ristori procedura telematica attiva scadenza prorogata al 18/12/2020

Nuova indennità onnicomprensiva covid-19 dl ristori procedura telematica attiva scadenza prorogata al 18/12/202

Si informa che è attiva sul sito dell’Inps la procedura telematica per la presentazione delle domande di indennità  onnicomprensiva  COVID-  19 (introdotte dal decreto-legge 137/2020), per le seguenti categorie di lavoratori:

  • lavoratori stagionali e lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori intermittenti;
  • lavoratori autonomi occasionali;
  • lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;
  • lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dello spettacolo;
  • lavoratori dipendenti e autonomi che, in conseguenza dell’emergenza da Covid-19, hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro.

N.B: Coloro che hanno già beneficiato di indennità ONNICOMPRENSIVA Covid-19 DL AGOSTO e che rientrano nelle suddette categorie di lavoratori, non devono presentare nuova domanda, poiché l’indennità onnicomprensiva verrà erogata direttamente dall’INPS.

guarda anche...

Assemblea territoriale CGIL Forlì

10 Giugno 2022: Assemblea Territoriale Delegati/e e Attivisti/e CGIL

«Le disuguaglianze sono il risultato di trent’anni di politiche di neoliberismo-come ha ricordato la Segretaria Generale Maria Giorgini, che ha aggiunto-vi è l’urgenza di una riforma complessiva del mercato del lavoro, per ridurre la precarietà, e di una riforma fiscale». In Italia vi sono persone che pur lavorando guadagnano meno di 10.000 euro l’anno, su questa situazione la Segretaria Generale CGIL Forlì ha sottolineando l’importanza della contrattazione collettiva, nazionale e territoriale, la necessità di eliminare i contratti pirata e di ridurre le tipologie di contratto applicabili, tutto al fine di continuare la lotta al precariato.