La FLC CGIL con oltre il 37% e 74 RSU elette è il primo sindacato della provincia di Forlì-Cesena

La FLC CGIL con oltre il 37% e 74 RSU elette è il primo sindacato della provincia di Forlì-Cesena.

La FLC CGIL con oltre il 37% dei consensi e 74 RSU elette è il primo sindacato della provincia di Forlì-Cesena.

Lo straordinario successo conseguito nella nostra provincia alle elezioni per il rinnovo delle RSU nel comparto della conoscenza, a cui ha partecipato oltre il 70% degli aventi diritto, è soprattutto il riconoscimento dei lavoratori alla linea politica chiara e coerente che la FLC sostiene con fermezza e determinazione contro la 107, concretizzatasi con il rinnovo dopo dieci anni del contratto che oltre a restituire spazi di democrazia e partecipazione, apre di fatto il percorso per lo smantellamento definitivo della stessa 107.

La FLC CGIL ringrazia quanti ci hanno sostenuto con il loro voto e gli oltre 200 candidati che con abnegazione e spirito di appartenenza hanno condotto una campagna elettorale carica di impegno e passione in tutti i 56 luoghi di lavoro.

Di particolare significato per la FLC CGIL IL 91% AL CPIA e l’83% all’I.C. di S. Sofia, con l’elezione di tre RSU in ognuno dei due istituti, il 60% all’I.C. di Savignano dove sono state elette 4 RSU su 6, una per ciascun profilo professionale.

Con il 60% dei consensi e due RSU elette, la FLC CGIL si conferma primo sindacato anche al Conservatorio.

Meritano attenzione i dati delle scuole dove storicamente la FLC CGIL non era presente: l’IT Saffi-Alberti, il Liceo Righi, I.C. Meldola e I.C. Forlimpopoli, la Scuola Media Via Pascoli.

Trova conferma l’idea di sindacato confederale che riconosce alla scuola il compito di formare la persona e il cittadino nello spirito della Costituzione e afferma la necessità del valore della professionalità di chi lavora a vario titolo nel mondo della conoscenza.

La FLC CGIL ha fatto fronte ad un’offensiva senza precedenti con spinte di sindacati corporativi che hanno contribuito a frammentare gli interessi del mondo del lavoro e della conoscenza.

Questo ottimo risultato premia la costituzione del nuovo coordinamento delle strutture FLC di Forlì e di Cesena, in cui le Camere del Lavoro di Forlì e Cesena hanno investito e creduto.

Pertanto, rinnoviamo con entusiasmo l’impegno ad essere presenti nei luoghi di lavoro e nelle contrattazioni a supporto delle RSU.

Fiorella Amadori segr. gen FLC CGIL Forlì
Pier Francesco Minnucci segr. gen FLC CGIL Cesena
Silla Bucci segr. gen CGIL Cesena
Paride Amanti segr. gen CGIL Forlì

guarda anche...

Assemblea territoriale CGIL Forlì

10 Giugno 2022: Assemblea Territoriale Delegati/e e Attivisti/e CGIL

«Le disuguaglianze sono il risultato di trent’anni di politiche di neoliberismo-come ha ricordato la Segretaria Generale Maria Giorgini, che ha aggiunto-vi è l’urgenza di una riforma complessiva del mercato del lavoro, per ridurre la precarietà, e di una riforma fiscale». In Italia vi sono persone che pur lavorando guadagnano meno di 10.000 euro l’anno, su questa situazione la Segretaria Generale CGIL Forlì ha sottolineando l’importanza della contrattazione collettiva, nazionale e territoriale, la necessità di eliminare i contratti pirata e di ridurre le tipologie di contratto applicabili, tutto al fine di continuare la lotta al precariato.