Rassegna film-documentari: Storia e personaggi romagnoli del 900

Prosegue la Rassegna di film-documentari “Storia e personaggi romagnoli del 900” frutto della collaborazione tra l’Arci comitato di Forlì e l’Associazione Luciano Lama che saranno proiettati nei prossimi mesi in molti circoli del nostro territorio.

Questi appuntamenti hanno lo scopo di far conoscere attraverso l’utilizzo del video personaggi più o meno noti che si sono caratterizzati per il loro impegno nelle vicende più significative della storia del ‘900 a partire dalla lotta di Resistenza e dalla battaglia per i diritti dei lavoratori in fabbrica, in primis dalla condizione delle donne.

Alla fine delle proiezioni seguirà il dibattito.

Mercoledì 16 gennaio ore 21 nel Circolo Arci di Villarotta (via Brasini 15 Forlì) proiezione del film/documentario “Lama da giovane” prodotto dall’Associazione Luciano Lama.

Interverranno per dialogare poi con il pubblico Valter Bielli Presidente Associazione Luciano Lama e Gianfranco Miro Gori che ha curato la regia del film/documentario.

A Villarotta si proseguirà con la rassegna Mercoledì 23 gennaio ore 21 con la video intervista a Fiori Bruna, storica dirigente sindacale della Becchi/Zanussi oggi Electrolux “Le prime lotte per i diritti in fabbrica a partire dalla condizione femminile”.

Giovedì 24 gennaio ore 21 la rassegna si sposterà presso il circolo Asioli Corso Garibaldi 250 Forlì sempre con la proiezione del film/documentario “Lama da giovane” a cui seguirà la serata del giovedì 31 gennaio con la video-intervista a Tonina Laghi partigiana “L’impegno nella lotta di resistenza, per la libertà, la democrazia, la Costituzione.

Forlì 15. 01. 2019

Per Arci Comitato territoriale Forlì Per l’Associazione Luciano Lama

Il Presidente Il Presidente

Paolo Liverani Valter Bielli

guarda anche...

Assemblea territoriale CGIL Forlì

10 Giugno 2022: Assemblea Territoriale Delegati/e e Attivisti/e CGIL

«Le disuguaglianze sono il risultato di trent’anni di politiche di neoliberismo-come ha ricordato la Segretaria Generale Maria Giorgini, che ha aggiunto-vi è l’urgenza di una riforma complessiva del mercato del lavoro, per ridurre la precarietà, e di una riforma fiscale». In Italia vi sono persone che pur lavorando guadagnano meno di 10.000 euro l’anno, su questa situazione la Segretaria Generale CGIL Forlì ha sottolineando l’importanza della contrattazione collettiva, nazionale e territoriale, la necessità di eliminare i contratti pirata e di ridurre le tipologie di contratto applicabili, tutto al fine di continuare la lotta al precariato.