Pensioni: al via le domande di Ape sociale

da inca.it

A seguito della proroga del periodo di sperimentazione dell’Ape Sociale fino al 31 dicembre 2021,  l’Inps, con il messaggio 8 gennaio 2021, n. 62, comunica la riapertura delle domande di riconoscimento delle condizioni per l’accesso all’APE Sociale e fornisce le prime istruzioni per l’applicazione della proroga prevista.

Possono presentare domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio dell’APE sociale i soggetti che, nel corso dell’anno 2021, maturano tutti i requisiti previsti, nonché anche tutti coloro che li hanno perfezionati negli anni precedenti al 2021, e che non hanno abbiano avanzato la relativa domanda.

L’Inps precisa, infine che, per non perdere ratei di trattamento, i soggetti che al momento della domanda di verifica delle condizioni di accesso al beneficio siano già in possesso di tutti i requisiti e le condizioni previste devono presentare contestualmente anche la domanda di APE sociale.

Ricordiamo che l’Anticipo pensionistico è rivolto ad alcune specifiche categorie di lavoratori particolarmente svantaggiate e non comporta alcun onere per chi vi accede; in particolare si tratta di:  

Disoccupati  e senza ammortizzatori sociali da almeno 3 mesi; 
Lavoratori che assistono da almeno 6 mesi coniuge, genitore o figlio/a, conviventi in condizione di handicap grave
Invalidi civili con un grado di invalidità pari o superiore al 74%.

I requisiti sono: 
• 63 anni di età; 
• 30 anni di anzianità contributiva.

L’indennità Ape sociale spetta anche a coloro che svolgono lavori gravosi e pesanti: edili, conduttori di gru, di mezzi pesanti, di convogli ferroviari, personale viaggiante, conciatori di pelli e pellicce, infermieri e ostetriche ospedalieri adibiti a turni, addetti alla cura e assistenza di persone non autosufficienti, insegnanti dei nidi e delle scuole di infanzia, facchini, addetti ai servizi di pulizia e operatori ecologici. 

I requisiti sono: 
• 63 anni di età, 
• 36 anni di anzianità contributiva, di cui 6, in via continuativa, in una delle attività gravose antecedenti la decorrenza del beneficio, ma spalmati su 7 anni. 

guarda anche...

Prorogato il termine per la presentazione delle domande del bonus di 2.400 euro, previsto nel decreto sostegni, da fine aprile al 31 maggio.

DA INCA.IT Prorogato il termine per la presentazione delle domande del bonus di 2.400 euro, …