Congedo di paternità lavoratori dipendenti privati

da incaer.it

La legge di Bilancio 2022 ha reso strutturale e stabilizzato il congedo obbligatorio dal 1 gennaio 2022 e il congedo facoltativo per i padri lavoratori dipendenti.

La durata è stabilita in dieci giorni per quanto riguarda il congedo obbligatorio e di un giorno per il congedo facoltativo, quest’ultimo fruibile previo accordo con la madre in sua sostituzione durante il periodo di astensione obbligatoria spettante a quest’ultima.

Per il computo dei giorni di congedo l’Inps chiarisce che devono essere computate e indennizzate le sole giornate lavorative.

I congedi sono fruibili per gli eventi del parto, per le adozioni e gli affidamenti (preadottivi e non preadottivi), nonché per il collocamento temporaneo ed anche nel caso di morte perinatale del figlio.

Il congedo obbligatorio e il congedo facoltativo sono fruibili dal padre, lavoratore dipendente, entro e non oltre il quinto mese di vita del figlio (tale termine resta fissato anche nel caso di parto prematuro o morte perinatale).

Con l’esclusione dei lavoratori per i quali è previsto il pagamento diretto da parte dell’Istituto, la richiesta di fruizione del congedo di paternità dovrà essere presentata direttamente al datore di lavoro.

guarda anche...

L’UNIONE AUMENTA LE TARIFFE DEI PASTI A DOMICILIO E DELL’ASSISTENZA DOMICILIARE SENZA ALCUN CONFRONTO CON LE PARTI SOCIALI

L’UNIONE AUMENTA LE TARIFFE DEI PASTI A DOMICILIO E DELL’ASSISTENZA DOMICILIARE SENZA ALCUN CONFRONTO CON LE PARTI SOCIALI

Come CGIL CISL UIL del territorio di Cesena, congiuntamente alle Categorie dei Pensionati, abbiamo inoltrato …