900fest: annullati tutti gli incontri in presenza dell’edizione 2020

Con grande dispiacere dobbiamo comunicare che in base alle ultime direttive del Governo, siamo costretti ad annullare tutti gli incontri in presenza previsti nella edizione 2020 del 900fest, rimandandoli al prossimo anno.

Confermiamo la lezione magistrale del Prof. Roberto Balzani “Giuseppe Mazzini, i doveri e la comunità”, mercoledì 28 ottobre alle ore 16, che verrà trasmessa in streaming sul canale YouTube della Fondazione Alfred Lewin e sulla pagina Facebook di 900fest. Questi i link:

https://www.youtube.com/channel/UCBSb_YLRCk5ykAfvW8xnVyw

https://it-it.facebook.com/900fest/

Confermiamo le due proiezioni dei documentari: mercoledì 28 ottobre quello su Adriano Olivetti “Città dell’Uomo” (di Andrea De Sica), presentato da Alberto Saibene (storico) e giovedì 29 ottobre quello su Saul Alinsky “The Democratic Promise: Saul Alinsky & His Legacy” (di Bob Hercules), presentato da Marianella Sclavi (sociologa), alle ore 20.30, presso la Sala San Luigi, in Via L. Nanni 14, a Forlì.

Confermato anche il concerto “Libertà e malinconia” con Paola Sabbatani (canto), Roberto Bartoli (contrabbasso), Tiziano Negrello (contrabbasso) e Daniele Santimone (chitarra) che si terrà venerdì 30 ottobre alle ore 20.30 presso la Sala San Luigi, in Via L. Nanni 14, Forlì.

Per partecipare è necessario compilare un’autocertificazione (questo il link per scaricarla e consegnarla già compilata):

https://www.salasanluigi.it/images/pdf/AUTOCERTIFICAZIONE%20SALA%20SAN%20LUIGI.pdf

Si consiglia la prenotazione da effettuarsi tramite mail scrivendo a: info@alfredlewin.org o tramite sms o whatsapp al numero 339 1135921

guarda anche...

Assemblea territoriale CGIL Forlì

10 Giugno 2022: Assemblea Territoriale Delegati/e e Attivisti/e CGIL

«Le disuguaglianze sono il risultato di trent’anni di politiche di neoliberismo-come ha ricordato la Segretaria Generale Maria Giorgini, che ha aggiunto-vi è l’urgenza di una riforma complessiva del mercato del lavoro, per ridurre la precarietà, e di una riforma fiscale». In Italia vi sono persone che pur lavorando guadagnano meno di 10.000 euro l’anno, su questa situazione la Segretaria Generale CGIL Forlì ha sottolineando l’importanza della contrattazione collettiva, nazionale e territoriale, la necessità di eliminare i contratti pirata e di ridurre le tipologie di contratto applicabili, tutto al fine di continuare la lotta al precariato.