17 marzo: Sciopero dei lavoratori CCNL GAS-ACQUA

17 MARZO  2017 SCIOPERIAMO PERCHÉ LE AZIENDE VOGLIONO:

Demansionamento professionale: possibilità di adibire il personale a lavori dequalificanti in caso di processi riorganizzativi.

Riduzione del pagamento in straordinario: abbassamento drastico della percentuale di maggiorazione.

Superamento dell’indennità uscita turno.

Soppressione delle indennità di maneggio denaro, guida e depurazione.

Rifiuto di rinviare a livello aziendale l’applicazione dello smart working. Aumento fino al raddoppio dei tempi utili alla maturazione del livello superiore nel caso di assegnazione a mansioni di più alta professionalità.

Revisione normativa del Codice Disciplinare: inasprimento delle sanzioni e inserimento nel codice disciplinare dello “scarso rendimento” e “non raggiungimento del luogo d’intervento in tempi stabiliti da parte dei lavoratori in reperibilità” quali motivazioni per il licenziamento in tronco.

Salario: Innalzamento del Parametro Medio sul quale calcolare l’aumento dei minimi tabellari, soprattutto risulta insufficiente il “Montante economico 2017 – 2018” (cioè la somma degli aumenti mensili erogati nel biennio) per effetto delle decorrenze delle tranche d’aumento, e inadeguato a difendere il potere d’acquisto dei lavoratori del settore.

Premio di risultato: 10 € per l’anno 2017 e ulteriori 10 € per l’anno 2018.

Welfare: 10 € vengono destinati al welfare, da suddividere tra l’assistenza sanitaria del Fasie e la costituzione di una forma di intervento in caso di premorienza da erogare a tutti i lavoratori.

guarda anche...

referendum 2025

Referendum 2025: dove firmare dal 4 al 9 giugno?

👉 puoi firmare anche su https://www.cgil.it/referendum