Home / Federazioni di Categoria / Casa di riposo “Al Parco” preoccupazione per la situazione dei dipendenti

Casa di riposo “Al Parco” preoccupazione per la situazione dei dipendenti

image_pdfimage_print

Casa di riposo “Al Parco” preoccupazione per la situazione dei dipendenti

Come FP CGIL, FISASCAT CISL, UIL TUCS, ribadiamo la nostra preoccupazione per la situazione che attualmente vivono i dipendenti della Casa di Riposo “AL PARCO” di Forlì, che si sono visti applicare in maniera unilaterale e senza un preventivo confronto con i Sindacati maggiormente rappresentativi, un contratto siglato dai sindacati autonomi CIU, SNALV – CONFSAL, CONFELP, i quali hanno dichiarato pubblicamente di essere incompetenti a rappresentare questo pezzo del mondo del lavoro.

Siamo inoltre ad evidenziare che questo contratto non solo è peggiorativo per i lavoratori, ma è anche degradante dal punto di vista professionale ed economico. …un contratto di qualità esiste basta rinnovarlo, con le Organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative, e nel frattempo continuare ad applicare quello pre-esistente.

Molte strutture che nella nostra Regione applicavano il contratto ANASTE, hanno deciso, contrariamente al Parco, di non applicare questo contratto, ritenendolo inadeguato e fonte di contenzioso con i lavoratori.

Attendiamo come Organizzazioni Sindacali di conoscere se Regione e Comune di Forlì lo riterranno compatibile con gli standard regionali connessi all’accreditamento delle strutture, considerato anche che alcune condizioni del nuovo contratto non sono a nostro avviso, nemmeno rispettose degli ospiti delle strutture sui quali ricadranno i tagli derivanti dall’applicazione del nuovo contratto.

Va inoltre ricordato che per l’intera durata dell’accreditamento il “PARCO”percepirà contributi pubblici di tutto rilievo, ad esempio una struttura accreditata per circa 20 posti percepirà € 3.400.000 dalla Pubblica Amministrazione per tutto il periodo di vigenza dell’accreditamento…..la Residenza “Il Parco”, di posti accreditati, e quindi soggetti a contributi pubblici, ne ha sicuramente un numero consistente.

A questo proposito al fine di verificare la situazione come Organizzazioni sindacali chiederemo un incontro urgente al Comune di Forlì e AUSL .

Ovviamente sarà fatto tutto il possibile per tutelare i lavoratori della struttura, tanto dal punto di vista professionale che economico, senza escludere anche il ricorso alle vie legali anche al fine di garantire un servizio di qualità agli ospiti.

FP CGI L FISASCAT CISL UIL TUCS

Forlì, 08/07/2017

guarda anche...

CGIL in Music – Facciamo Quadrato, San Lorenzo in Noceto – 27 Agosto

La CGIL di Forlì presenta il 1° concorso musicale dedicato a tutte le band emergenti …