Bonfiglioli Forlì: siglato accordo per la riduzione della precarietà prevista la stabilizzazione di oltre 30 persone

Nella giornata di oggi FIM-CISL, FIOM-CGIL, UILM-UIL e la direzione aziendale Bonfiglioli Riduttori sono arrivate alla firma di un importante accordo, volto ad agire sulla riduzione della precarietà lavorativa nella storica azienda di questo territorio, e che prevede in primo luogo la stabilizzazione di oltre 30 contratti di somministrazione.

La Bonfiglioli Trasmital è un’azienda solida, che occupa quasi 700 lavoratori e che negli ultimi anni ha visto crescere il suo fatturato e ha promosso un notevole piano di investimenti sulle proprie unità produttive. Questa crescita ha prodotto nel tempo un utilizzo molto importante del lavoro interinale.

Negli ultimi mesi le Organizzazioni Sindacali hanno promosso tra i lavoratori l’avvio di una vertenza per evidenziare l’eccessivo utilizzo di tale tipologia contrattuale e per rivendicare la progressiva stabilizzazione dei lavoratori somministrati. Tali richieste sono state supportate anche dalla proclamazione di uno sciopero, che ha visto l’adesione di oltre l’80% degli addetti dello stabilimento forlivese. Questo è stato un segnale molto importante, che ha dimostrato la determinazione e la possibilità di costruire iniziative in solidarietà volte a migliorare la condizione dei lavoratori più giovani e meno tutelati.

L’accordo sottoscritto prevede che nel corso del 2019 verranno effettuate almeno 30 trasformazioni di lavoratori con contratti interinali con contratti a tempo indeterminato, dando una prospettiva chiara e certa a queste persone e ponendo fine alla loro situazione di precarietà.

Inoltre l’accordo stabilisce un principio fondamentale in quanto in aggiunta a queste stabilizzazioni viene definito l’impegno alla sostituzione dei futuri pensionandi con lavoratori a tempo indeterminato, in un percorso virtuoso a livello occupazione che prevede una stabilità dell’occupazione nel territorio forlivese caratterizzato da una staffetta generazionale tra giovani e meno giovani.

Inoltre viene costituito un bacino di precedenza, volto alla valorizzazione delle professionalità acquisite in Bonfiglioli, che prevede un diritto di prelazione per i lavoratori che hanno svolto un periodo di lavoro in azienda.

Infine vengono definiti ulteriori incontri con l’impegno a continuare la riduzione del lavoro interinale nel 2020, continuando il percorso di stabilizzazzioni iniziato con l’accordo odierno.

Fim Fiom Uilm definiscono l’accordo un passo in avanti molto significativo, frutto della determinazione dei lavoratori e delle solide relazioni sindacali costruite nel corso degli anni in azienda, e si impegnano affinchè questo rappresenti un modello da seguire per tutto il territorio.

Forlì, 19 febbraio 2019

Per FIM FIOM UILM

Territorio di Forlì

Riccardo Zoli – Giovanni Cotugno – Moreno Cimatti – Enrico Imolesi

guarda anche...

Cum grano salis: buon senso e tanta attenzione quando si parla di un Servizio pubblico che si occupa della parte più fragile e debole della società

La vicenda degli affidi illeciti di minori nella Val D’Enza, nella quale sono coinvolti, tra …